Share

“Sulla delicata situazione della filiera tessile molisana con le problematiche legate alla Ittierre, si sta intervenendo per trovare le opportunità che fanno guardare al futuro di questo importante comparto economico, con più ottimismo. La storia della più importante azienda tessile di questa regione può continuare attraverso la collaborazione tra istituzioni e investimenti privati in modo tale che questa partecipazione ponga le basi per rilanciare uno dei settori che ha segnato anni importanti nella vita economica del Molise. La richiesta dell’Area di Crisi e, soprattutto, la volontà della Regione di costituire i Distretti Produttivi, dovranno rappresentare gli elementi trainanti della ripresa economica anche in virtù delLeggi

Share

Share

Vertenza Ittierre: nell’incontro di questa mattina, presso l’Assessorato al Lavoro, si è discusso del futuro riguardante la filiera tessile molisana, che passa attraverso il riconoscimento dell’area di crisi,la collaborazione con imprenditori privati e l’attivazione dei distretti produttivi. PRESENTI ALL’INCONTRO: DOTT. MASSIMO PILLARELLA (REGIONE MOLISE), MARIA TERESA D’ACHILLE (VICESINDACO ISERNIA), LORENZO COIA (PROVINCIA DI ISERNIA), ROBERTO FAGLIARONE (FINMOLISE), LUCIANO POLEGGI (ITALIA LAVORO), DAVIDE AVICOLLI (COMUNE DI ISERNIA), CLAUDIO IOCCA (REGIONE MOLISE),STEFANIA LOMBARDI (SEGRETERIA UGL MOLISE), ROSSELLA DI PALMA ( SEGRETERIA PROVINCIALE UGL), NICOLINO LIBERTONE (UGL MOLISE), GIOVANNI D’AGUANNO (CGIL MOLISE), TONINO COLOZZA (CISL ABRUZZOMOLISE), FRANCESCO DI TORCHIO (SEGRETARIO FEMCA CISL), MASSIMILIANO VISCO (RSA-FEMCA CISL), ANTONELLA COLARUSSOLeggi

Share

Share

Fusione per incorporazione della struttura chietina con quella pescarese un modello da prendere come buon esempio ( raggruppamento di oltre mille imprese )! La piena realizzazione del progetto di Fusione di Confindustria Chieti e Pescara giunge a compimento. L’aggregazione dei Servizi e delle Sezioni di categoria per le imprese delle due Province ha dato vita ad un unico punto di riferimento associativo tramite il quale offrire più numerosi e più qualificanti servizi alle imprese associate, nonché massimizzare la rappresentanza presso le Istituzioni e gli Stake Holders del territorio.Leggi

Share

Share

La giunta regionale ha approvato il documento che contiene le linee guida per la partecipazione del Molise all’Expo. Il progetto è suddiviso in 12 sezioni.Si va dalla partecipazione alla mostra delle Regioni (qui il Molise sarà protagonista per una settimana, dal 17 al 23 luglio, e avrà un ufficio di rappresentanza per tutti i sei mesi dell’Esposizione) e fino ai dettagli su quello che sarà proposto a Milano. E’ stato inoltre stilato un calendario di eventi che si terranno in regione.Leggi

Share

Share

L’incarico di viceresponsabile del PD Nazionale, conferito all’On. Danilo Leva, è motivo di grande soddisfazione. Dimostra che ha saputo ben operare come parlamentare all’interno delle istituzioni. Per questo, all’amico Danilo, auguro le migliori fortune per il prestigioso incarico ricevuto, a coronamento di un percorso che ha messo in luce le sue capacità e la sua preparazione professionale.Leggi

Share

Share

Il decreto legge 185/2000 Titolo II, è volto ad aiutare economicamente, tutti coloro (disoccupati o inoccupato) i quali vorranno avviare un’attività, nonostante si trovino in una situazione di disoccupazione o siano dei lavoratori al ‘primo impiego’. La legge è quella dell’Autoimpiego che è gestita da Invitalia, ovvero l’Agenzia nazionale per l’attrazione d’investimenti e lo sviluppo d’impresa sul territorio nazionale. Quali sono dunque i requisiti per poter accedere ai finanziamenti? Potranno accedere a tali finanziamenti coloro i quali risulteranno residenti nelle seguenti regioni, ovvero: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Tali finanziamenti, inoltre, saranno rivolti all‘assistenza di tali tipologie di attività, ovvero: –Leggi

Share

Share

“La paventata notizia che il trasferimento della sede di Sviluppo Italia Molise presso la struttura dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Molise non possa avvenire, così come deciso, non trova conferma e questo va ribadito in maniera categorica in quanto, la disponibilità degli uffici è già stata decisa da tempo e comunicata a chi di dovere. Anzi, tale decisione, perché assunta per  contenere i costi di gestione delle Società in house della Regione, si giustifica ancor di più, considerato il particolare momento di congiuntura economica che stiamo attraversando. La disponibilità dei locali da parte dell’Assessorato alle Attività Produttive è stata ancora una volta ribadita aiLeggi

Share