La Regione cofinanzierà uno studio epidemiologico-eziologico sul territorio della Piana di Venafro e in altre aree ritenute a rischio.