Mobilità in deroga. Non si accampino scuse e si provveda al saldo delle spettanze agli aventi diritto