Share

Sull’Autonomia differenziata nutro molti timori di una buona riuscita, così come sono stato scettico, a suo tempo, sul discorso del regionalismo differenziato. Oggi come allora, ritengo che una manovra di questo tipo rischia di penalizzare tutto il Sud e ovviamente il Molise. “Regionalismo differenziato, Scarabeo: Rischia di penalizzare gravemente tutto il Sud Italia ed in particolare il Molise” era questo il titolo di un mio intervento in proposito già nel 2019. Perché, se è vero che il Titolo V della Carta Costituzionale offre una certa autonomia è altrettanto vero che questa legge sull’Autonomia differenziata, apre inevitabilmente a disuguaglianze tra le Regioni del Nord Italia, virtuoseLeggi

Share

Share

Buongiorno, ho ricevuto di primo mattino un lungo messaggio che riporto in sintesi con immenso piacere: finalmente tutta la verità è venuta, fuori..! Come vorrei che “loro” fossero ancora quiLeggi

Share

Share

Cari Amici, dal libro denuncia, frutto di una inchiesta di un italiano svolta nel 1947 su ciò che accadeva in quel preciso periodo in Jugoslavia, intitolato “Tito senza maschera”, e disponibile presso la nostra sede di Palazzo Tonello a Trieste, pubblichiamo una delle tante testimonianze rese dai sopravvissuti alle stragi ed ai massacri partigiani di civili. *** […] Il paesello di Zman, in Dalmazia, era stato prescelto dai titini quale luogo di supplizio. Ai margini del paese si erge una roccia alta 60 metri dalla quale essi precipitavano le vittime in mare. Altri infelici venivano trasportati in barca fino a una piccola baia nelle vicinanzeLeggi

Share

Share

Le disposizioni sui termini di pagamento sono imperative e inderogabili ed eventuali difformità possono essere eterointegrate con la normativa di riferimento Una stazione appaltante non può indicare nel contratto di un appalto di servizi l’intenzione di pagare le fatture a 120 giorni e non a 30, come previsto dalla normativa. Si tratta di una norma di carattere inderogabile e che può eventualmente essere eterointegrata ex art. 1339 c.c. nel caso la SA imponga delle clausole inique e difformi dalle previsioni in materia. Pagamento fatture per appalti di servizi: pagamento entro 30 giorni A specificarlo è ANAC con il Parere di funzione consultiva del 10 aprile 2024, n. 4 in risposta  a una richiesta di parere sullaLeggi

Share

Share

L’onorificenza al Maresciallo Tito? Non c’è più. Decaduta. Cancellata. Annullata. Ditelo come volete, ma la sostanza è che il dittatore jugoslavo non è più “Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana”. Il riconoscimento gli era stato dato il 2 ottobre del 1969 e da tempo era al centro di una dura polemica tra il centrodestra (che voleva levarglielo) e la sinistra (che non si capiva bene cosa volesse ma contestava la proposta del centrodestra…). A risolvere la questione, alla fine, ci ha pensato il Quirinale. Chiarendo meglio come funziona la legge. Alcuni giorni fa, infatti, sul sito della Presidenza della Repubblica, nellaLeggi

Share

Share

G. D’ Annunzio, Pescara 12 marzo 1863 – Gardone 1 marzo 1938“Eravamo soli nella notte carsica di Ronchi ed eravamo soli nella notte fiumana di Natale, eravamo nella città della vita, eravamo nella città della luce, eravamo intenti ad un’opera d’anima, uomini dal cuore ardente erano legati a cadaveri gelidi e perciò non vi poteva essere speranza di salvezza e tuttavia noi vi credemmo, e tuttavia noi patimmo e lottammo fino all’ultimo e che importa di essere vinto nello spazio se sono destinato a vincere nel tempo, ieri come oggi, oggi come domani, quando la stirpe o l’uomo sta per perdere la ragione di vivere,Leggi

Share

Share

I pm di Perugia stringono il cerchio su ulteriori accessi alle banche dati investigative in uso ad un luogotenente della GDF in forza alla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo. Nel MOLISE, questo non è mai accaduto e non sta accadendo . Nel MOLISE va tutto bene !Leggi

Share

Share

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) ha recentemente delineato uno schema operativo per gli affidamenti per importi inferiori a 5000 euro, rafforzando il processo di digitalizzazione degli appalti pubblici. Questo nuovo approccio mira a semplificare le procedure, garantendo al contempo la trasparenza e l’efficienza nelle fasi di programmazione, progettazione, pubblicazione, affidamento ed esecuzione. Secondo queste direttive tutte le fasi devono avvenire tramite piattaforme di approvvigionamento digitale certificate. Tali piattaforme possono ricevere certificazioni per specifiche fasi del ciclo contrattuale, consentendo alle stazioni appaltanti o agli enti concedenti di utilizzare una o più piattaforme durante il ciclo di vita del contratto. Nel caso in cui un’Amministrazione non disponga di unaLeggi

Share